Houston, un piacevole ritorno (14 settembre 2016)


DUE RECENTI BENEFATTORI AL MUSEO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE A SOMMOCOLONIA – ‘IL MUSEO ALLA PACE’

houston-sommocolonia

alla destra SOLDATO DEL BUFFALO, REDUCE IVAN J HOUSTON
e alla sinistra il suo figlio, IVAN A. HOUSTON

Il Soldato della Buffalo Ivan J. Houston, età 91 anni, di Los Angeles, California, ha passato recentemente una settimana a Lucca insieme ad alcuni membri della sua famiglia. La sua prima “visita” nella zona è stata nel settembre 1944 quando faceva parte delle truppe del 92o Divisione che liberarono Lucca e che poi vennero a Barga.

È ritornato nella zona nel 2012, quando Mattea Piazzesi, che ha letto il suo libro, Black Warriors: The Buffalo Soldiers of World War II. (iUniverse, 2009), l’ha invitato nella sua villa “Villa La Dogana” (meglio conosciuto come “Villa Orsini”) perché ha scoperto che Houston era stanziato nella villa durante la guerra. –Piu tardi, durante una battaglia vicino Pietrasanta,  Sergente Houston fu ferito ad una spalla e venne cosi insignito del presigioso ‘Bronze Star’ ed anche della medaglia ‘Purple Heart.’

Nel 2012 Houston ha visitato Barga e Sommocolonia (vedete l’articolo di sotto). L’Accoglienza che gli è stata riservata è stata cosi commovente che Houston da allora ha voluto ritornare in Italia ogni anno. Nel settembre 2015, un edizione tradotta in italiano del suo libro, Black warriors: I Buffalo Soldiers e la liberazione dell’Italia lungo la Linea Gotica 2014 (Maria Pacini Fazzi editrice) è stata presentata alla Banca del Monte a Lucca.

Ora Ivan Houston ha progetti di tornare nel 2017 per la celebrazione dell’apertura del nuovo museo a Sommocolonia. Tutti noi nella Associazione Ricreativa Sommocolonia e nel Comune di Barga speriamo di vederlo e la sua famiglia per questo bell’evento!

articolo di Solace Wales con l’aiuto di Antonella Martinelli