Concerto della Pace (2014)


Si è conclusa con un concerto gospel la giornata – quella del 13 dicembre scorso – che l’amministrazione comunale ha voluto dedicare al settantesimo anniversario del “tragico Natale Barghigiano”, quando cioè, durante la seconda guerra mondiale, ilconflitto tra le forze dell’Asse e gli Alleati presenti nella nostra terra si inasprì tanto da sfociare nella battaglia di Sommocolonia e in un sistematico bombardamento del capoluogo e di alcune frazioni.Il genere gospel è stato scelto in virtù del fatto che al tempo era presente a Barga e Sommocolonia la 92° divisione Buffalo, composta da soli soldati di colore, i quali sicuramente intonarono gospel e spiritual per festeggiare il Natale. Un tipo di canto, così diverso dai nostri tradizionali, che è rimasto in mente a chi lo udì, tanto che tra le molte testimonianze tramandate c’è anche questa.

A interpretare i canti, presso il teatro dei Differenti, il Voices of Heaven Gospel Choirdi Pisa, che ha proposto canti “traditional” e moderni tutti quanti presentati da maestro Sandro Macelloni. Oltre a loro, sul palco per un paio di brani, anche il coro della Community of Jesus presente qui a Barga, che – essendo la casa madre negli Stati Uniti – ha voluto rappresentare i “mori” americani della 92° Divisione Buffalo che combatterono anche sul nostro fronte, a Barga mai dimenticati  ed in patria finalmente riconosciuti.

E per meglio ricordare, e far conoscere alla platea cosa fu la guerra, le privazioni che portò, la distruzione che inflisse, il terrore che causò, assieme ai canti sono state lette anche testimonianze tratte dai lavori di Bruno Sereni, Solace Wales Sheets, Mario Camaiani in modo da ricostruire la storia dell’arrivo del fronte, i bombardamenti, la battaglia, l’esodo, il ritorno della tranquillità. Ad interpretare le “voci” dei ricordi Valeria Belloni e Alessandro Lutri della compagnia teatrale Le Fortunate Eccezioni.

Gli eventi del 13 dicembre sono stati il preludio alle celebrazioni che poi avranno come oggetto Sommocolonia, quando il 26 dicembre prossimo sarà raggiunta da cittadini, associazioni e amministratori per ricordare l’omonima battaglia che segnò uno dei momenti più gravi e luttuosi per la comunità locale.

© Copyright 2015 – giornaledibarga.it